Giudiziaria
LA DENUNCIA
LA DENUNCIA
Agropoli, scandalo multe: quelle del 2017 sparite dall'archivio della Polizia Municipale
Alfonso Stile
27 novembre 2023 16:52
Eye
  4008

AGROPOLI. Scandalo multe al Comando della Polizia Municipale di Agropoli: sparita, dall’archivio dei vigili urbani, la documentazione inerente i verbali elevati nell’anno 2017. La notizia, clamorosa, si evince dalla nuova determina a firma del comandante, Antonio Rinaldi, pubblicata sull’albo pretorio. Si tratta di ben 5.373.485 euro, accertati con apposita determina (la n. 94 del 29/12/2017) dall’allora comandante Maurizio Crispino ed iscritti a bilancio, dall’ente civico, alla voce ‘accertamenti di entrata dei proventi da sanzioni per violazione al codice della strada 2017’: agli automobilisti morosi, però, le relative ingiunzioni di pagamento non sono mai state inviate.

Nel chiedere lumi al riguardo alla Recov Italia S.r.l., affidataria all’epoca del servizio di gestione e riscossione dei verbali per conto del Comune, la società ha precisato via pec di non aver “mai gestito l’annualità 2017 in quanto, nel 2016, il comandante decise di sospendere tutte le attività del consorzio e di indire nuova gara; successivamente, visti gli attacchi giornalieri che il Comune di Agropoli continuava a ricevere sui media per i tanti verbali fatti, decise di gestire in proprio senza esternalizzare il servizio”. Il momento storico è quello delle multe a raffica elevate dal famigerato autovelox sulla Cilentana.

Dopo la risposta scritta della Recov, con Crispino in pensione (nel 2018) così come il suo sostituto Carmine Di Biasi (nel 2020), il magg. Rinaldi ha chiesto allora conto al successore Maurizio Cauceglia, in carica dal 1° settembre 2020 al 3 ottobre 2022, il quale, via pec, replica di aver affidato i ruoli relativi alle annualità 2016, 2018 e 2019 sulla scorta “di quanto reperito nel database dell’applicativo Concilia”, ma non per il 2017 in quanto i relativi flussi “non erano presenti nel medesimo database” precisando di “non aver mai avuto evidenza o conoscenza del materiale cartaceo afferente, eventualmente esistente”. 

Rinaldi ha interpellato così la Agropoli Cilento Servizi, anche se subentrò nella gestione dei verbali solo nel 2018: a sua volta, infatti, la società ha comunicato di non aver mai ricevuto nulla relativamente al 2017, segnalando però un ‘improprio’ prelievo nel marzo 2021, da parte di un ingegnere la cui identità non viene rivelata, del software Maggioli appositamente utilizzato dalla società. 

RINALDI SCAVA E TROVA… POCO - In sintesi, nessun dipendente in divisa o amministratore dell’ente civico ha mai denunciato, alle autorità competenti, la scomparsa delle multe 2017 per complessivi 5.373.485 euro, che ora rischiano di cadere in prescrizione. Dopo tali comunicazioni e risposte scritte, Rinaldi ha ordinato al personale del Comando di scandagliare da cima a fondo gli archivi, riuscendo a ritrovare solo una minima parte delle copie cartacee dei verbali 2017, in tutto 1.819 per un importo complessivo da recuperare in via coattiva di 337.109 euro: ma il tempo stringe e bisognerà inviare tali ingiunzioni entro fine anno, altrimenti non sarà più possibile iscriverle a ruolo con conseguente, ulteriore danno alle casse dell’ente. È chiaro che, quando l'accertamento sul 2017 sarà completato, Rinaldi procederà con un'informativa all'autorità penale e contabile.

Dunque, carte alla mano, diventa ancora più profonda la voragine nei conti del Comune di Agropoli causata dallo scandalo, sul quale indagano la magistratura penale e contabile: ai 6.041 verbali annullati senza apparente motivo, alle 3.657 sanzioni mai inviate e non più esigibili dal Comune, alle 271 multe archiviate con ‘ricorso in atto’ (in ordine alle quali non risulta proposto alcuno scritto difensivo da parte dei trasgressori), alle 1.582 ingiunzioni di pagamento discaricate irregolarmente ed ai 2.607 automobilisti sanzionati che hanno pagato solo in parte i verbali, vanno ad aggiungersi ulteriori 337.109 euro da recuperare per il 2017,  per un totale complessivo di circa 2,7 milioni di euro.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP