Giudiziaria
DOPO 8 ANNI
DOPO 8 ANNI
Capaccio Paestum, parcheggi sotto Piazza Tempone: assolto anche Rodolfo Sabelli
Alfonso Stile
06 dicembre 2023 13:36
Eye
  2723

CAPACCIO PAESTUM. Parcheggi pubblici sotto Piazza Tempone: dopo 8 anni, assolto perché “il fatto non sussiste” anche l’ultimo imputato, l’arch. Rodolfo Sabelli, all’epoca funzionario apicale dell’Area IV Pianificazione e Progetti Strategici del Comune di Capaccio Paestum. Sabelli, che aveva rinunciato alla prescrizione, fu accusato in concorso con altri 8 indagati, tra tecnici comunali ed ex assessori, di aver realizzato al Capoluogo un’area parcheggio “in difformità dello strumento urbanistico vigente e in assenza di previa redazione di un piano particolareggiato d’iniziativa pubblica relativo all’area d’intervento, nell’ambito della sub-zona G3 (area destinata a spazi attrezzati a parco giochi e sport), e in zona sottoposta a vincolo paesaggistico”.

Ma la sentenza, emessa dai giudici del Collegio della Prima Sezione penale del Tribunale di Salerno (presidente Domenico Diograzia), ha posto fine ad un incubo durato anni a carico del funzionario, il quale “ha dovuto subire l’onta di un processo basato su accuse totalmente infondate, che tuttavia ne hanno fortemente condizionato la carriera”, come commentano i legali difensori. 

A far scattare l’inchiesta, nel 2015, fu un esposto inviato alla Procura della Repubblica di Salerno, all’Autorità Anticorruzione e alla Corte dei Conti dagli allora consiglieri di minoranza Gennaro De Caro, Pasquale Cetta, Franco Tarallo e Nino Pagano, segnalante la presunta realizzazione dell’area parcheggio (nella foto) attraverso uno sbancamento eseguito senza le previste autorizzazioni, in particolare senza quello della Soprintendenza. Oltre a Sabelli, furono coinvolti anche il progettista Antonio Franco, il rup Mario Barlotti, il titolare dell’impresa Antonio Di Sessa, gli ex assessori Rossana Barretta, Vincenzo Di Lucia, Maria Rosaria Palumbo, Eustachio Voza e Nicola Ragni, tutti assolti con formula piena in precedenza avendo scelto riti alternativi: la prescrizione è scattata solo per tre indagati.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP