Economia
ILLUSTRATE LE ATTIVITÀ
ILLUSTRATE LE ATTIVITÀ
"Osservatorio ESG-Ability della Sapienza Università di Roma", Gruppo Stratego tra i partner
Comunicato Stampa
09 dicembre 2023 13:24
Eye
  3549

SALERNO. Svolgere attività di ricerca e analisi dei temi ESG (Ambientali, Sociali e di Governance), orientando le imprese verso l’apprendimento dei vantaggi competitivi derivanti dall’acquisizione, attuazione e promozione di comportamenti sostenibili. 

È questo l’obiettivo dell’Osservatorio ESG-Ability della Sapienza Università di Roma, una delle prime realtà accademiche in Italia dedicate a questi temi, che ha illustrato le proprie attività in occasione del convegno intitolato “ESG e Piccole e Medie Imprese: Prospettive per un futuro sostenibile. Il ruolo dell’Osservatorio ESG Ability della Sapienza Università di Roma”, tenutosi presso la sala delle Lauree della Facoltà di Economia della Sapienza. 

Tra i partner selezionati a livello nazionale dall’Osservatorio ESG – Ability della Sapienza c’è anche il Gruppo Stratego, impegnato da sempre al fianco di imprese, studi professionali ed enti nell’ideazione, organizzazione, gestione e promozione di azioni finalizzate a sensibilizzare sui temi della sostenibilità ambientale e sociale.  

“Siamo felici di essere stati scelti come partner di un’importante realtà come quella dell’Osservatorio - ha affermato Antonio Vitolo, CEO di Gruppo Stratego – Abbiamo contribuito all’organizzazione di un evento che ha visto come protagonisti le imprese, i docenti universitari, i ricercatori e tutto l’ecosistema virtuoso dell’ESG. Saper comunicare l’importanza di temi del genere è fondamentale. Essere un’azienda attenta alla sostenibilità vuol dire essere più competitivi e saper comunicare i propri valori e far in modo che gli sforzi e gli investimenti abbiano un risvolto positivo sul mercato. Come Gruppo Stratego stiamo affiancando le imprese proprio per raccontare la loro storia, il loro percorso e il loro impegno in un mondo che diventa, per fortuna, sempre più attento ai parametri ESG. Ci siamo occupati infine della brand identity dell’Osservatorio, che ha come mission principale quella della diffusione di una cultura della sostenibilità tra le imprese. Un ringraziamento al Prof. Salvatore Esposito De Falco e a tutto il team di docenti e ricercatori per la fiducia accordataci”.  

“L’osservatorio sugli ESG si focalizzerà su tre topics – ha affermato il professor Salvatore Esposito De Falco, Presidente Start Up Ermes Sapienza e PI Ricerca Sapienza - Il primo è quello di creare cultura sull’ESG attraverso le nuove generazioni, i nuovi laureati. Un elemento fondamentale sul quale La Sapienza intende investire. Il secondo è quello di fare ricerca per identificare nuovi sistemi di misurazione e nuove metriche in grado di poter misurare le performance ESG. Oggi c’è grande confusione perché le metriche non sono standardizzate. Il terzo punto è quello di legarci sempre più al mondo imprenditoriale. Oggi nelle PMI quotate vi è circa un 60% di comitati ad hoc costituiti per gli ESG. Manca una regolamentazione che disciplini e imponga l’adozione di un sistema ESG. Senza è difficile che le imprese si adattino anche perché i costi per sviluppare e implementare questi sistemi sono estremamente elevati”. 

Nel corso dell’incontro, è intervenuto anche Antonio Visconti, Presidente FICEI – Federazione Italiana Consorzi Enti Industrializzazione e Presidente Consorzio ASI Salerno: “Siamo davvero felici di avviare una collaborazione con Sapienza e con l’Osservatorio ESG Ability – ha detto Visconti - Le aree industriali italiane rappresentano l’ossatura del sistema paese. La colonna vertebrale su cui si regge il sistema sociale ed economico è sempre più rappresentata dalle comunità che ospitano le aree industriali che allo stesso tempo chiedono che questi due mondi riescano a coabitare tra i di loro. Occorre un’industria che si adatti bene al contesto in cui opera. I temi dell’ESG sono tanti. Noi siamo impegnati da tempo non solo sul tema delle aree produttive ecologicamente attrezzate ma anche su temi quali l’inclusione della donna, prevedendo aree dedicate ad asili nido, di formazione, di crescita del mondo del lavoro in generale. Il grande tema infine è quello della transizione energetica dove la creazione di comunità energetiche industriali può rappresentare un’opportunità per ridurre l’impatto dell’utilizzo delle fonti”. 

Grande attenzione è stata dedicata ad ASI Salerno Awards – Sostenibilità e Innovazione, un progetto sperimentale partito da Salerno e promosso dal Consorzio ASI: “A Salerno, con l’ASI, abbiamo già affrontato l’esperienza del mondo ESG grazie alla creazione del Premio ASI Salerno Awards insieme alla Fondazione Saccone e al Gruppo Stratego. Le imprese sono state intervistate e si sono misurate su quelle che sono le attuazioni concrete dei principi dell’ESG, portandole verso un approccio più sostenibile, sia internamente all’impresa che verso l’esterno. La parte interessante è stata la voglia delle PMI di volersi adeguare a questi principi. Speriamo che questi risultati riescano a far germogliare dei frutti da poter poi diffondere anche su scala nazionale”.   

L’Osservatorio, oltre al Gruppo Stratego, annovera in qualità di partner anche Confagricoltura, Gal Terra e Vita, Collectibus società benefit, Manpower, TES, Georgeson e Mab.



Logo stiletvhd canale78
Immagine app 78
SCARICA
L’APP