App icon stile
Stile TV HD
Canale 80
Sport
CONDOTTA DA PROCURA PERUGIA
CONDOTTA DA PROCURA PERUGIA
Inchiesta sul dossieraggio abusivo, c’è anche la cessione della Salernitana da Lotito a Iervolino
Redazione
04 marzo 2024 16:54
Eye
  805

SALERNO. Inchiesta sul dossieraggio abusivo, avviata dalla Procura di Perugia. C’è anche il passaggio della Salernitana da Claudio Lotito e Marco Mezzaroma all’attuale presidente Danilo Iervolino nell’inchiesta, che vuole fare luce sulla vasta rete di accessi non autorizzati al sistema informatico delle cosiddette Sos, le operazioni ritenute sospette che gli operatori finanziari sono tenuti a segnalare e sulle quali la magistratura stabilisce se rappresentino qualcosa di illecito o si tratti di normali transazioni. A dichiararlo, oggi, ai microfoni del Tg1, è l’avvocato del giudice antimafia, Antonio Laudati, indagato alla pari del luogotenente della Guardia di Finanza, Pasquale Striano, ed altre persone, tra cui anche alcuni giornalisti, dalla procura umbra, dai magistrati, guidati da Raffaele Cantone. Laudati avrebbe svolto, secondo quanto asserito dal suo legale, degli approfondimenti investigativi, su richiesta della Procura di Salerno sull’operazione di vendita, nel 2021, del club granata da Lotito a Iervolino. In una nota stampa, nel pomeriggio, a firma del Procuratore capo Giuseppe Borrelli, la Procura di Salerno fa chiarezza: “Con riferimento alle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Perugia inerenti accessi abusivi a banche dati, ritengo opportuno evidenziare che la Procura della Repubblica di Salerno, nell'ambito di normali rapporti di cooperazione tra Autorità Giudiziarie, ha da tempo ed in più occasioni fornito all'Ufficio procedente le informazioni utili e la documentazione necessaria alla prosecuzione delle indagini in corso di svolgimento. Evidenti ragioni di riservatezza, su attività peraltro condotte da altro Ufficio Giudiziario, appaiono ostative alla diffusione di qualsiasi ulteriore informazione sulla vicenda”. Intanto, il quotidiano “La Verità” ha reso noti almeno 300 nomi di politici, vip, imprenditori e burocrati che sarebbero finiti nelle ispezioni abusive. Oltre al già citato Danilo Iervolino, figura la moglie del presidente granata, Chiara Giugliano, mentre ricerche sarebbero state fatte anche sul viceministro agli Affari Esteri, il deputato salernitano di Fratelli d'Italia, Edmondo Cirielli.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP