Cultura
DATI IN PICCHIATA
DATI IN PICCHIATA
Parco Archeologico di Paestum-Velia: nuovo flop di turisti a Pasqua e pasquetta
Alfonso Stile
02 aprile 2024 11:08
Eye
  3804

CAPACCIO PAESTUM. Ponte di Pasqua: turisti in netto calo, per il secondo anno consecutivo, al Parco Archeologico di Paestum-Velia. Numeri impietosi, registrati sotto la direzione di Tiziana D’Angelo, che iniziano a preoccupare, non poco, gli operatori culturali e turistici della zona. E non solo.

Dati ufficiali alla mano, infatti, nel 2023 si registrarono precisamente 1.727 ingressi il giorno di Pasqua e 2.808 a pasquetta, per un totale di 4.535 visitatori. Quest’anno, invece, i dati ufficiali pubblicati dal Ministero della Cultura riportano 4.091 accessi, ovvero 444 in meno rispetto ad un anno fa: non sono serviti a nulla, per risalire la china, nemmeno la riapertura parziale del Museo nazionale (avvenuta il 2 ottobre scorso) e della Sala del Tuffatore.

Numeri, quelli del 2023, che furono addirittura disastrosi rispetto al 2022, ovvero dopo il biennio Covid, quando a Pasqua e pasquetta il Parco Archeologico di Paestum-Velia registrò ben 6.667 ingressi, nonostante i lavori in corso al Museo e la reggenza pro tempore del direttore generale dei musei italiani, Massimo Osanna, dopo la nomina di Gabriel Zuchtriegel alla guida del Parco Archeologico di Pompei (che quest'anno invece ha fatto segnare numeri da superstar con 30mila visitatori).

La neo direttrice D’Angelo, infatti, si insediò appena una settimana prima, l’11 aprile 2022: con il suo avvento, dunque, i numeri sono in picchiata segnando un drammatico -31,98% nel 2023 e un -9,79% nel 2024. Un doppio flop certificato dal dicastero della Cultura nonostante il ministro, Gennaro Sangiuliano, si affanni ad elogiare dati record nel Parco e nel Museo della città dei Templi che, in realtà, non lo sono affatto.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP