Via Craxi /3, Castaldo "bacchetta" Valletta

Redazione
21 gennaio 2010 15:26

1538

pinello_castaldo

 

Non si è fatto attendere l'ennesimo intervento di natura politica in merito all’iniziativa promossa dal consigliere comunale Luigi Ricci, capogruppo consiliare del Pd, e condivisa dal sindaco di Capaccio Paestum, Pasquale Marino, d’intitolare una strada cittadina alla memoria di Bettino Craxi. Anche il consigliere comunale di maggioranza Giuseppe Castaldo (nella foto) ha inteso dire pubblicamente la sua sulla questione: “Quando nel 1992 il Consiglio comunale di Capaccio, forte di ben 13 consiglieri del Psi, si ritrovò a dover prendere posizione a seguito dello scioglimento del partito, in molti dichiararono la propria nuova collocazione politica. Il compianto consigliere Luigi Gorga addirittura annunciò, in quell’occasione, il ritiro dalla scena politica locale. Il sottoscritto, invece, in quella sede ribadì fermamente la propria identità politica, sottolineando che i partiti, prima o poi, possono finire, ma non le idee. Essendo un socialista nato, anche se, nel tempo, per mere alleanze politiche mi sono necessariamente collocato sotto simboli diversi, ritengo di essere la voce socialista più autorevole del nostro comune, e per questo plaudo all’idea del consigliere Ricci di intitolare una strada cittadina al grande statista Bettino Craxi. Relativamente all’uscita del consigliere Valletta del Pd, ritengo sia offensivo e riduttivo dedicare un vicoletto alla memoria di un uomo politico che ha fatto la storia dell’Italia. Capaccio Paestum è stata protagonista, in passato, di importanti lotte contadine e di movimenti socialisti molto significativi. Da decano socialista, dunque, auspico vivamente che l’iniziativa di Ricci, il quale è stato tra l’altro l’ultimo segretario cittadino del Movimento Giovanile Socialista, sancisca anche il ritorno, in Consiglio comunale, di quella corrente socialista-riformista, di cui molti discutono oggi”.

commenti
consigliati