Rubriche
INTERNET
INTERNET
Dal vlogging allo streaming: l'intrattenimento si sposta sul web
Redazione
23 giugno 2023 15:24
Eye
  3330

Internet ha definitivamente conquistato gli italiani - anche nel campo dell’intrattenimento a distanza. Secondo Comscore, negli ultimi tre anni, la fruizione di servizi di entertainment ha visto una crescita del 44 per cento, con il contributo di diversi settori, dai contenuti audiovisivi al comparto ludico. Ad aumentare, soprattutto, è stato il tempo medio per visitatore di app e piattaforme speso online, e questo si deve, in parte, anche alle conquiste della tecnologia e a un ruolo sempre più interattivo e partecipativo degli Internauti. 

In particolare, è stata la tecnologia live e streaming a imporsi tra le innovazioni più riuscite, perché grazie alle dirette audio e video gli effetti di realtà dell’intrattenimento sono sorprendenti. Fattore che peraltro ha sancito il grande slancio dell'entertainment online durante il periodo Covid.  Se i video online delle piattaforme on-demand in capo ai broadcaster nazionali come Rai Play e Mediaset Infinity continuano ad attrarre pubblico e iscritti, è anche e soprattutto YouTube che ha raggiunto una saturazione di oltre il 90 per cento sul mercato italiano. Questo risultato si deve in larga parte anche al ruolo degli utenti, che, grazie allo streaming, diventano i protagonisti del social: i creator, tramite Youtube Live e Premiere, possono infatti trasmettere le dirette di eventi, conferenze, spettacoli, ma anche contenuti inerenti al fashion, al beauty, ai giochi e ad altri prodotti molto popolari tra la community. 

Gli streamer, che possono anche monetizzare le visite dei fan e fare di una professione la propria attività, sono ormai assimilabili alla categoria degli influencer e alcuni settori, come ad esempio il gioco nelle sue svariate forme, si prestano particolarmente a questo nuovo modo di vivere l’entertainment.

Oltre a Youtube e a Facebook Live - quest’ultimo leader dal lato strettamente social - una piattaforma come Twitch ha fatto del gioco dal vivo il suo punto di forza, grazie a un forte potenziale di interazione tra gruppi di gamers: la modalità battle-royale di videogiochi come Fornite può arrivare a ospitare centinaia di utenti attivi, mentre commenti, domande, curiosità possono essere scambiate tra i numerosi membri utilizzando lo strumento del “Just Chatting”.  Gli effetti di condivisione e realtà si devono soprattutto alla partecipazione immersiva, ma è anche vero che scalare le classifiche dei top streamer di Twitch è alla portata di tutti, e necessita solo di una buona connessione funzionante, di un microfono e di tanta, tanta, fantasia, oltre che, ovviamente, di passione per il proprio settore o per la propria nicchia. 

Gli streamer più specializzati si possono distinguere anche in alcuni giochi specifici come gli Esport o come i tavoli da casinò, oppure come le slot machine. Talvolta, i guadagni di questi utenti possono derivare da accordi di affiliazione/sponsorizzazione con gli operatori autorizzati, ma le giocate registrate potrebbero anche derivare dall’uso dei bonus messi a disposizione in quelli che sono i migliori siti di slot online, come forma di invito “gratuito” a testare il palinsesto. 

Nel caso degli Esport, invece, alla semplice diretta di una partita in solitaria si aggiungono dei veri e propri tornei live, e lo stesso accade durante le sfide in videogiochi ormai entrati nella leggenda, da Fortnite a League of Legends, da VALORANT a Rocket League, passando per Call of Duty: Warzone e Apex Legends. 

Non mancano però, sempre su Twitch, i live di streamer specializzati nel canto o nella musica, e le dirette imminenti più rilevanti sono proposte in una sorta di vetrina-promemoria presentata all’interno della piattaforma. A costo zero, dunque, si può partecipare anche a concerti, esibizioni e live di un certo rilievo, visto che anche alcune star come Snoop Dogg e Travis Scott hanno un proprio seguitissimo canale Twitch. Di quest’ultimo, memorabile è stata la diretta su Fortnite, che ha attirato un pubblico di più di 10 milioni di fan, la quale, ovviamente è stata trasmessa in streaming anche sul canale Twitch. 

In definitiva, sembra che la tecnologia, con le sue evoluzioni, non sia più diretta a una fetta di pubblico selezionato, anche dal punto di vista della disponibilità di spesa in nuovi dispositivi di avanguardia, ma, anzi, se applicata all’intrattenimento, può avere numerosi vantaggi e risulta economica, alla portata di tutti, qualche volta in grado anche di generare guadagni. 

Gli streamer che si distinguono nei giochi e negli Esport, come anche nell’attività musicale, non sono però gli unici a trasmettere le proprie passioni attraverso le dirette: anche i vlogger, che si servono soprattutto di social come Instagram o Tik Tok sono figure rappresentative del nuovo modo di fare entertainment. Che siano fotografi, viaggiatori, lettori, la creazione di contenuti specializzati e la loro pubblicazione non è molto lontana da quella degli influencer, anche perché non di rado le visualizzazioni e il posizionamento pubblicitario possono rivelarsi redditizi anche per questi profili. Quello che conta è riuscire a creare una propria comunità di followers affezionati: il resto lo fanno la passione e la tecnologia. Quest’ultima, se da un lato necessita di un forte contributo della grafica e dei software - si pensi allo sviluppo dei videogiochi più sofisticati- dall’altro, per mezzo dello streaming, consente invece un tipo di intrattenimento vicinissimo alla realtà e quasi da toccare con mano. (Foto di Souvik Banerjee su Unsplash)



Logo stiletvhd canale78
Immagine app 78
SCARICA
L’APP