Giudiziaria
TRAGICO DESTINO
TRAGICO DESTINO
Udine, ubriaco al volante uccise giovane cilentano... dove morì la sorella: 6 anni di carcere
Alfonso Stile
14 settembre 2023 13:43
Eye
  4241

UDINE. Giovane operaio cilentano morì a Tarcento, in provincia di Udine, in un tragico incidente nel febbraio del 2021: condannato a 6 anni di carcere per omicidio stradale il responsabile del sinistro, avvenuto per un crudele destino nella stessa curva dove 11 anni prima, in un altro incidente stradale, perse la vita la sorella della vittima, Rossella.

L’imputato, il 34enne rumeno Marius Valentin Ursu, era ubriaco al volante ed invase la corsia di marcia opposta, schiantandosi contro la Fiat 126 d’epoca (nella foto) guidata da Andrea Puppatti, 35enne originario di Prignano Cilento, deceduto al Pronto Soccorso dell’ospedale civile di Udine a seguito delle gravissime lesioni riportate nell’impatto. Accanto a lui sedeva la madre, la 67enne Miranda Mondelli, che riportò la frattura di bacino, costole e vertebre cervicali restando per 3 mesi ricoverata presso il nosocomio friulano.

Ad oltre due anni e mezzo dalla tragedia, dunque, è arrivata ieri la sentenza di primo grado, con rito abbreviato, con la quale il gup del Tribunale di Udine, Roberta Sara Paviotti, ha condannato Ursu a 6 anni di reclusione, ritirandogli la patente, oltre al risarcimento dei danni (da quantificare in sede civile) ed al pagamento di una provvisionale immediata di 50mila euro in favore della donna, parte civile nel procedimento, assistita dall’avv. Antonello Natale del Foro di Vallo della Lucania. Il legale dell’imputato, l’avv. Francesco Loise del Foro di Parma, valuterà ora se presentare o meno appello ma aveva proposto un patteggiamento a 4 anni, al quale però il difensore della Mondelli si è fermamente opposto.



Logo stiletvhd canale78
Immagine app 78
SCARICA
L’APP