Politica
NOTA STAMPA
NOTA STAMPA
Agropoli, Malandrino (FI) attacca: "Peggiore Amministrazione comunale degli ultimi 30 anni"
Comunicato Stampa
16 settembre 2023 13:46
Eye
  1315

AGROPOLI. Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa diffusa dall’avv. Emilio Malandrino (nella foto), coordinatore cittadino di Forza Italia ad Agropoli.

Con grande serenità e certo di aver svolto con la mia solita coerenza, dedizione, determinazione ed incisività il ruolo da consigliere comunale, seppur temporaneo, ma consapevole di averlo fatto con spirito di servizio e nel rispetto del ruolo  attribuitomi dagli elettori, terminato il mio mandato all’interno del Consiglio Comunale di Agropoli  è doveroso, dopo una pausa di riflessione, da già Consigliere comunale e da Coordinatore Cittadino di Forza Italia,  fare una analisi della attuale situazione politico-amministrativa. Tanti gli argomenti da me toccati e le proposte indicate, tutte, rigorosamente, protocollate e lasciate agli atti del Comune e agli Organi di Governo, ai riferimenti politici dell’Amministrazione, ed ai Funzionari dell’Ente ognuno per le proprie competenze.

Abbiamo evidenziato uno per uno i punti più critici e discutibili, a nostro avviso, trascurati da ormai un anno e oltre di questa Maggioranza, a partire dalla richiesta di affrontare alla fonte, con la rimozione ed il rifacimento quella barriera flangiflutti  nata male, per risolvere definitivamente il problema della Poseidonia sul litorale del Lido Azzurro e sula spiaggia della Marina; abbiamo sottolineato e proposto la possibilità del parziale  ripristino al transito del centro cittadino e della risistemazione dell’area del centro, da circa venti anni inibita al transito,  che ha provocato una ecatombe delle migliori attività commerciali presenti nel tempo ad Agropoli; abbiamo rilevato tutte le probabili anomalie procedurali sullo scellerato progetto del Parcheggio a pagamento del Landolfi, evitando, guarda caso fino alla mia permanenza,  orgogliosamente, un ulteriore danno a carico dei cittadini contribuenti, dei turisti e soprattutto dei commercianti che ne avrebbero subito, e ne subiscono ora, le peggiori conseguenze; abbiamo richiesto, e resteremo in attesa di una risposta chiara ed esaustiva, la valutazione sull’uscita del nostro Comune da quel carrozzone politico della famosa Unione dei Comuni (prima Alto Cilento e poi, guarda caso, Paestum-Alto Cilento) che , a nostro avviso, sul risultato dell’economicità, è assolutamente  dispendioso, improduttivo ed inutile l’appartenenza di Agropoli al suo interno; abbiamo evidenziato le modalità di approccio e ricevimento dei cittadini nella sede della Polizia Municipale chiedendo il ripristino dello svolgimento, in abbinamento alla modalità online delle pratiche anche, a richiesta, di persona e cartaceamente; abbiamo posto attenzione su cosa hanno prodotto, ad oggi, gli impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici del nostro Patrimonio; abbiamo messo in risalto la discutibile e mediocre  programmazione turistica messa in piedi da questa Amministrazione,  senza puntare ad eventi di qualità e di rilievo, che avrebbero potuto attrarre quantità e qualità di turismo di altro livello; abbiamo sollecitato una attenzione più incisiva sulla sicurezza del territorio di concerto con le Forze dell’Ordine presenti sul territorio; ed ancora tanto e tanto altro è agli atti, ed è indirizzato alla cortese attenzione di questa “brillante” Amministrazione, nella speranza che tutto ciò non resti inascoltato e vanificato, sempre e solo nell’interesse della nostra Comunità. Tuttavia, allo scadere di una stagione estiva ormai alle porte, credo che Agropoli abbia toccato il fondo della mediocrità Amministrativa e politica, a differenza degli sdolcinati complimenti ed autocelebrazioni che si fanno essi stessi, quanto a risultati ed obbiettivi da città turistica.

Una città allo sbando - Arrabattati provvedimenti fatti in piena stagione balneare per una temporanea ed infruttuosa pulizia degli arenili della Marina e del Lido Azzurro ( che a breve riproporrà in toto lo stesso problema) costato circa 500.000 euro alla nostra collettività; un traffico ed un disordine veicolare per tutto il periodo estivo per le vie cittadine senza precedenti; una diffusa attività di furti e crimini i presso le abitazioni; caos ed  disordine al centro della Città nelle ore diurne e notturne, schiamazzi e confusione ovunque senza attenzione e controllo del territorio, degno delle peggiori casbe dei rioni più disagiati di ghetti urbani degradati; una programmazione degli eventi da feste di piazze e da sagre paesane ricche solo di confusione e di bassissima qualità;  parcheggi a pagamenti e strisce blu ovunque, con grandi disagi per gli utenti e motivo  di allontanamento degli stessi,  solo ed esclusivamente per fare cassa.

Questa è la triste fotografia di una Città ridotta ai minimi storici, dove la stagione balneare termina il 1 settembre, dove l’economia langue, dove la compagine Amministrativa, guidata da un Sindaco Ombra, da quando si è insediata, verosimilmente continua puntualmente a prendere l’Agenda degli ordini, da eseguire pedissequamente, ogni mattina presso un noto bar-distributore di periferia dal suo vero sindaco e, come soldatini, a rispettare le indicazioni. Dulcis in fundo i fatidici passaggi nella Maggioranza di Consiglieri eletti in minoranza (Bufano e Serra) e la poca consistenza, eccezzion fatta per il consigliere Pesce, degli altri consiglieri di minoranza (dov’è la vera opposizione?). Chissà quali saranno le motivazioni! Qui è in gioco, a mio avviso, la Democrazia, il futuro di una Città, l’orgoglio e la rivendicazione di mostrarsi come città Capitale del Cilento che dovrebbe portare alto il vessillo della trasparenza, dell’onestà, del rispetto dei diritti, della legalità, della libertà, laddove da tempo, purtroppo, guidata da una classe politica discutibile, tutto ciò si è smarrito e non si riesce più a ritrovare.

Certamente continuerà, come sempre, il mio impegno politico da rappresentante del centrodestra Agropolese e da coordinatore Cittadino di Forza Italia, anche e soprattutto nel prosieguo di quanto tracciato finora e del lavoro svolto in questo breve ma intenso percorso amministrativo Non abbandoneremo nessuno dei progetti e delle istanze avviate nel nostro percorso, porteremo avanti ogni iniziativa con forza e determinazione sempre nell’esclusivo interesse di Agropoli e della sua Comunità. Auguriamoci che al più presto si chiuda questa ulteriore, fallimentare, parentesi Amministrativa. Ne va del futuro dei nostri figli e delle generazioni che verranno.



Logo stiletvhd canale80
Immagine app
SCARICA
L’APP